La canapa a sostegno dei vari settori dell’economia in Italia

Come ormai è noto, il settore della canapa è particolarmente fiorente e, considerando le sue tante sfaccettature e potenzialità, sta contribuendo a risollevare diversi comparti dell’economia del nostro Paese.

La storia della canapa affonda le sue radici in un lontano passato. Questa pianta, infatti, si coltiva da secoli con scopi diversi: ricavarne fibre, tessuti, usarla per l’edilizia o sfruttarne le proprietà a scopo curativo. Non a caso, anche in campo medico si studia e si utilizza con l’intento di estrarne preziosi principi attivi dal potere terapeutico.

Attualmente, dopo un periodo in cui era stata messa un po’ da parte, la canapa sta tornando in primo piano e troviamo questa pianta utilizzata in diverso modo:

  • come fitorisanante dei terreni, per le sue capacità di bonificare la terra dai contaminanti
  • per la produzione di fibre
  • come isolante nell’edilizia
  • come materia prima d’eccezione nei prodotti cosmetici

In particolare, l’utilizzo di canapa nel settore della cosmesi sta avendo negli ultimi tempi un interessante sviluppo. Non a caso vediamo lanciare sul mercato con una certa frequenza nuovi prodotti biologici ed ecologici in cui i principi attivi di questa pianta sono inseriti con lo scopo di arricchire creme, saponi, oli, struccanti, ecc. di alcune proprietà benefiche.

Questo non ci stupisce, dato che il fitocomplesso della cannabis è davvero ricco di elementi quali terpeni, vitamine, proteine, grassi essenziali, flavonoidi e naturalmente cannabinoidi. Tra questi ultimi spicca il CBD, dalle proprietà antinfiammatorie e rilassanti, particolarmente utile nella formulazione dei cosmetici per via del suo effetto benefico nei confronti della pelle e di alcune problematiche che la colpiscono come eczemi, dermatite e psoriasi.

Ricordiamo però che, indubbiamente, è nella complessità della pianta, nell’azione sinergica delle sue varie parti, che si esplica il maggiore effetto benefico, in particolare le tanto utili e preziose virtù antinfiammatorie della canapa.

Come avrete capito, stiamo parlando di una pianta ricca di potenzialità che possono essere sfruttate in vario modo, potrebbe quindi essere questo il momento giusto per investire nel settore ma è importante avere le “spalle coperte” e affidarsi a dei veri esperti in questo campo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.